Dalle una carezza… falle una linguaccia… dalle uno schiaffo…

Ecco come reagiscono i bambini a queste frasi….

Nelle idee dei bambini le femmine non si picchiano perché sono femmine, perché sono carine, perché si dice che non si toccano neanche con un fiore e poi perché “so uomo!”.

Ora mi domando perché da adulti ci si dimentica di questo?

 

Annunci

2 Giugno 1946

Pubblicato: 2 giugno 2014 in Uncategorized

In data 2 giugno 1946 il Corriere della Sera pubblicava tra gli altri un articolo intitolato “Senza rossetto nella cabina elettorale” con il quale invitava le donne a presentarsi presso il seggio senza rossetto alle labbra. La motivazione è così spiegata: “Siccome la scheda deve essere incollata e non deve avere alcun segno di riconoscimento, le donne nell’umettare con le labbra il lembo da incollare potrebbero, senza volerlo, lasciarvi un po’ di rossetto e in questo caso rendere nullo il loro voto. Dunque, il rossetto lo si porti con sé, per ravvivare le labbra fuori dal seggio.”

Immagine

Chi non ha mai visto Il Libro Della Giungla di (The Jungle Book)? Film d’animazione del 1967 diretto da Wolfgang Reitherman, prodotto dalla Walt Disney Productions e uscito negli Stati Uniti il 18 ottobre 1967.

Il Libro della Giungla, il  film

Il Libro della Giungla, il film

È 19º Classico Disney, ispirato alle storie del bambino selvatico Mowgli dell’omonimo libro di Rudyard Kipling. Fu l’ultimo film ad essere stato prodotto da Walt Disney, che morì durante la sua produzione.

IlLibroDellaGiungla

Il Libro Della Giungla

Come nel film questa storia parla di tre amici: un leone, una tigre e un orso. Amici per la pelle che giocano, si amano e mangiano insieme. Questo avviene nello zoo Noah’s Ark, un santuario no-profit per gli animali in Georgia. Tutto ha inizio nel 2001, quando i tre cuccioli furono trovati malnutriti e feriti nel seminterrato di uno spacciatore ad Atlanta. La polizia li portò nell’oasi naturale dove vennero curati.

arca di noe

Arca di Noè

Foto del profilo FB Noah's Ark Animal Sanctuary

Foto del profilo FB Noah’s Ark Animal Sanctuary

 

Festa delle Mamma

Pubblicato: 11 Mag 2014 in Uncategorized
Tag:,

Auguri a tutte le mamme!

Auguri a chi è mamma

Auguri a chi sarà mamma!

Auguri a chi combatte ogni giorno per il diritto di essere mamma!

Auguri a chi semplicemente è mamma con i semplici gesti quotidiani!

Immagine

Buona festa della mamma! 

Esprimi un desiderio e portalo nel tuo cuore.
Qualsiasi cosa tu voglia.
Tutto ciò che vuoi. L’hai fatto? Bene.
Adesso credi con tutto te stesso che possa realizzarsi.
Non si sa mai da dove possa arrivare il prossimo miracolo,
il prossimo sorriso, il prossimo desiderio che si avvera.
Ma se vuoi credere che si trovi proprio dietro l’angolo
e apri il tuo cuore e la mente a questa possibilità,
alla sua certezza…allora potresti davvero ottenere ciò che desideri.
Il mondo è pieno di magia.
Devi soltanto crederci.
Perciò esprimi il tuo desiderio.
Ne hai uno? Bene adesso credici …….
MA con tutto il CUORE.

[One Tree Hill – Finale di Stagione]

Video  —  Pubblicato: 27 marzo 2014 in Alcuni Pensieri

Animali

Pubblicato: 26 marzo 2014 in Amici Pelosi
Tag:

animali_migliori

Parole sante!

Ecco a voi un bellissimo articolo di Antonio Delluzio che presenta il meraviglioso lavoro di Antonio De Luca.

“Gli ultimi 50 giorni di papà”. Il fotografo e la morte.

Foto di Antonio De Luca

Foto di Antonio De Luca

Ecco articolo e galleria apparsa su La 27esima ora.

http://27esimaora.corriere.it/articolo/lultimo-salutotutto-in-penombra/

http://27esimaora.corriere.it/wp-content/uploads/2014/03/DeLuca_catalogoLOW.pdf

Il mio commento personale è “Storia bellissima, foto bellissime, complimenti ad Antonio!!! Lui si che ti sa far emozionare!!!!”

Buona lettura e visione! 

Prima e dopo

Pubblicato: 22 marzo 2014 in Amici Pelosi, Foto

Qui una gallery postata su Corriere.it

http://www.corriere.it/foto-gallery/animali/14_marzo_20/prima-dopo-come-eravamo-nostri-animali-f0450432-b049-11e3-a027-9deb5b03f50b.shtml

E come sono diventati i vostri cuccioli dopo qualche anno?

Ecco i miei cuccioli pelosi..

Qualche anno fa

Morgana Merlino gatti

Morgana &  Merlino

Oggi

Morgana

Morgana

Prima

Merlino

San Claudia

Pubblicato: 20 marzo 2014 in Alcuni Pensieri
Tag:, , ,

Origini:
Rappresenta il femminile del nomen latino Claudius, ricondotto più spesso al termine latino claudus, dal significato di claudicante, zoppo (per una spiegazione più approfondita, vedi Claudio). Altra interpretazione fa derivare il nome Claudia del termine sabino Clausus che significa “chiuso” o “misterioso”.

Caratteristiche:
Sorridente e solare appare cordiale e amichevole con il prossimo, generosa e buona rappresenta un punto di riferimento al quale ci si rivolge per chiedere consiglio: la sua leadership è indiscussa.

Onomastico:
20 marzo, in onore di Santa Claudia, martire ad Amiso in Paflagonia nel IV secolo.
ma viene anche festeggiato:
18 Maggio: Santa Claudia vergine7 Luglio: Santa Claudia Romana, principessa della Britannia, madre di santa Prassede e santa Pudenziana
3 Agosto: Santa Claudia da Roma, martirizzata nel I secolo

Curiosità:
In Italia Claudia è stato particolarmente in voga negli anni 1980: infatti è costantemente fra i primi 20 nomi più attribuiti alle bambine dal 1980 fino al 1988.

La famiglia onomastica ‘claudiana’ in Italia va oltre 175.000 omonimi, varianti comprese, così ripartita: Claudio 126.000, Claudia 48.000.

La città veneta Chioggia un tempo si chiamava Claudia.

Claudia nel Mondo:
Arabo: كلاوديا
Catalano: Clàudia
Croato: Klaudija
Francese: Claude, Claudie, Claudine, Claudette
Inglese: Claudia, Claudy
Polacco: Klaudia
Portoghese: Cláudia
Russo: Клавдия (Klavdija)
Spagnolo: Claudia
Svedese: Claudia
Tedesco: Claudia, Klaudia
Ungherese: Klaudia
Giapponese: Kuraudia

Qualità personale:
Dell’intelligenza, del carattere e della personalità di chi si chiama Claudia, Claudio o Claude non si possono che tessere ‘laudi’ e ‘lode’ o ‘lodi’… instabile e mutevole, mistica e razionale, sa tutto e vuol sapere di più; è solitaria e socievole, ha paura e vince sempre. Nemmeno lei si capisce, ma si piace. Diventa insopportabile quando esagera nelle richieste e non ha limiti nello strumentalizzare gli altri, ma si fa benvolere per il suo spirito di sacrificio e per la modestia. Claudia è un personaggio sempre circondato da amici, un capo riconosciuto del clan cui appartiene al quale ci si rivolge per chiedere aiuto e consiglio. La sua leadership indiscussa gli deriva dalla forte autorevolezza che sprigiona con naturalezza, conquistata non con la forza ma con la facilità di chi l’ha iscritta nel proprio DNA.

Totem portafortuna:
Animale: giraffa

 

Guinness

Guinness

La Festa di San Patrizio, è una festa di origine cristiana che si celebra il 17 marzo di ogni anno in onore di San Patrizio, patrono dell’Irlanda.

Caratteristiche della Festa di San Patrizio sono anche le sfilate per le vie cittadine, soprattutto a Dublino, in Canada (a Montréal si tiene la parata più grande del mondo dopo quella di Dublino) e negli Stati Uniti (New York, Chicago, Boston).

Curiosità: La Festa di San Patrizio è stata inserita nel calendario liturgico della Chiesa cattolica già all’inizio del XVII secolo su pressione dello storico Luca Wadding

Nel Nord America, che conta un gran numero di comunità di origine italiana, le celebrazioni per San Patrizio vengono spesso unite con quelle per San Giuseppe, festività che cade due giorni dopo: il 19 marzo.

Il Fiume di Chicago colorato di verde in onore di San Patrizio

Il Fiume di Chicago colorato di verde in onore di San Patrizio

Ogni anno le acque del fiume Chicago (che scorre nell’omonima città) vengono tinte di verde il Giorno di San Patrizio.
Curiosità: ci sono più persone con radici irlandesi negli Stati Uniti che nell’Irlanda stessa: negli U.S.A. sono infatti circa 34 milioni, mentre l’isola dei loro nonni o genitori ha solo 4,5 milioni di abitanti.

Kate Middleton a San Patrizio

Kate Middleton a San Patrizio

Le feste più grandi e caratteristiche fuori dall’Irlanda si festeggiano nelle città e nelle nazioni che ospitano una forte componente irlandese, come gli Stati Uniti (San Patrizio è anche il patrono della città di Boston) e Canada (nella bandiera della città di Montréal è raffigurato anche un trifoglio, per testimoniare la fortissima presenza irlandese in città).
La Festa di San Patrizio viene ormai celebrata in quasi tutto il mondo e non più solamente nelle comunità irlandesi.

Curiosità: La prima parata di St. Patrick fu celebrata a Boston nel 1737

Le celebrazioni sono generalmente incentrate su tutto ciò che ha a che fare con l’Irlanda e il verde (colore simbolo dell’isola). In questo giorno infatti si suole mangiare cibo di quel colore e vestirsi della stessa tonalità. In particolare, sui vestiti ad esempio, non può mancare il trifoglio.

Il simbolo del giorno di San Patrizio è il trifoglio; si dice che il Santo lo utilizzasse nei suoi sermoni per spiegare il concetto della Santissima Trinità.
Curiosità: il trifoglio è anche il simbolo nazionale dell’Irlanda; la possibilità di trovare un quadrifoglio, secondo gli esperti, dovrebbe essere di 1:10.000.

Curiosità: una volta il colore della festività era il blu. Fu poi cambiato in verde, ad un certo punto, probabilmente perchè l’Italia era conosciuta da tutti come l’”isola verde”.

Curiosità: L’espressione “Kiss me, I’m Irish!” ha a che fare con la Blarney Stone. Secondo la leggenda, chi bacia la Blarney Stone, nel Castello di Blarney, riceve immediatamente il dono dell’eloquenza, così, in assenza della pietra sembra porti fortuna baciare una persona irlandese!

quadrifoglio